Suap camerale

 Home / Registro imprese e albi / Suap camerale
Print and PDF

Riferimento:
Giuseppe Palazzo
Indirizzo: Corso Meridionale, 58
Telefono: 0817607627
Orari: dal lunedì al giovedì dalle ore 8,50 alle ore 12,00 - venerdì dalle ore 8,50 alle ore 11,30

I SUAP (Sportello Unico per le Attività Produttive) viene istituito alla fine degli anni ´90 con il ruolo di interfaccia tra imprese ed amministrazione pubblica per quanto riguarda i procedimenti di autorizzazione alla realizzazione, ampliamento, cessazione, riattivazione, ristrutturazione e riconversione di impianti produttivi di beni e servizi. II suo esercizio viene affidato al Comune competente per territorio. (DPR 447/1998 - D.Lgs. 112/1998)

Semplificazione della disciplina del SUAP, da adottarsi con apposito regolamento. Lo scopo è semplificare i procedimenti riguardanti l'attività produttiva, rendendo il SUAP l'unico punto di contatto tra l'imprenditore e la pubblica amministrazione, anche quando sono coinvolti più Enti.
Un'altra semplificazione introdotta, e la possibilità di iniziare immediatamente l'attività nei casi in cui sia sufficiente la presentazione della dichiarazione di inizio dell'attività al SUAP; in tal caso, la ricevuta di presentazione rilasciata dallo sportello costituisce titolo autorizzatorio.
Inoltre, lo stesso D.L. prevede che i Comuni possano esercitare le funzioni del SUAP anche avvalendosi del sistema informatico delle Camere di Commercio, che mettono a disposizione un apposito portale (impresa.gov, poi confluito in impresainungiorno.gov). ( D.L. 112/2008 - Legge 133/2008 art. 38 ("Impresa in un
giorno")

Successiva semplificazione del SUAP che fissa ulteriori principi a cui dovrà attenersi il regolamento gia previsto dal D.L.112/2008; tra questi la completa telematizzazione dello sportello unico, e la possibilità per gli imprenditori di presentare le domande anche tramite soggetti privati accreditati (c.d. Agenzie per le Imprese). (D.Lgs. 59/2010, recante attuazione della direttiva 2006/123/CE - D.L: 112/2008)

Regolamento di semplificazione e riordino del SUAP che introduce o ribadisce i seguenti principi:
- il SUAP è individuato come unico soggetto pubblico dl riferimento territoriale, per i procedimenti aventi ad oggetto l'esercizio di attività produttive di beni o servizi, nonché la loro localizzazione, realizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione, ampliamento o trasferimento, cessazione o riattivazione; le comunicazioni con le imprese passano esclusivamente dal SUAP, che fa da tramite con le altre amministrazioni coinvolte
- le attività produttive che rientrano nell'ambito di applicazione del regolamento sono quelle agricole, commerciali e artigianali, le attività turistiche e alberghiere, i servizi resi dalle banche e dagli intermediari finanziari e i servizi di telecomunicazioni; sono escluse le attività che coinvolgono impianti ed infrastrutture energetiche, le attività connesse all'impiego di sorgenti di radiazioni ionizzanti e di materie radioattive, gli impianti nucleari e di smaltimento di rifiuti radioattivi, le attività di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi, nonché le infrastrutture strategiche e gli insediamenti produttivi di interesse preminente nazionale
- Il flusso delle comunicazioni tra imprese e SUAP, e tra quest'ultimo e le altre pubbliche amministrazioni coinvolte, è esclusivamente telematico; il portale impresainungiorno.gov è individuato come infrastruttura informatica di riferimento (D.P.R. 160/2010)

DAL 29 MARZO 2011 è entrata in vigore una parte del D.P.R.160/2010, nella quale, tra l'altro, si dispone quanto segue: (Capo III, Procedimento Automatizzato):
-se l'attività oggetto di denuncia, rientrante comunque nell'ambito di applicazione del regolamento, è assoggettata alla segnalazione certificata di inizio attività (detta SCIA, disciplinata dall'art.19 della L.241/1990, cosi modificato dalla L.122/2010) la stessa segnalazione è trasmessa al SUAP;
- se la SCIA è contestuale ad una comunicazione unica (Comunica) da inviare al Registro Imprese, deve essere trasmessa solo a quest'ultimo, che provvede ad inoltrarla al SUAP (per la predisposizione della pratica contestuale dovrà essere utilizzato solo l'applicativo on-line ComunicaStarweb; si veda più avanti per le modalità operative)
- il SUAP verifica la completezza formale della documentazione e, in caso di esito positivo, rilascia una ricevuta che consente al richiedente di iniziare immediatamente l'attività; nel contempo, trasmette alle altre amministrazioni competenti la SCIA e gli eventuali allegati;
- il SUAP trasmette al richiedente tutte le eventuali comunicazioni in merito all'istruttoria, anche provenienti dalle altre amministrazioni interessate.
Tutte le suddette operazioni sono svolte in modalità telematica o informatica.
Nei casi di non applicabilità della SCIA, ovvero quando l'attività è soggetta a provvedimento autorizzatorio della pubblica amministrazione, la telematizzazione del SUAP entra in vigore il 30 settembre 2011.