Concorsi a premio

Print and PDF

 

I concorsi a premio sono manifestazioni nelle quali l’assegnazione del premio dipende dall’alea, dall’abilità o dalla capacità del concorrente senza obbligo di acquisto di un prodotto o di un servizio.
Il termine massimo di durata del concorso è un anno (art. 1 del  D.P.R. 430/2001)
I soggetti che intendono svolgere un concorso a premio hanno l’obbligo di dare comunicazione al Ministero dello Sviluppo Economico almeno 15 giorni prima della data di inizio della manifestazione mediante il servizio telematico Prema-on line, compilando il modello Prema CO1, allegando il regolamento del concorso e la documentazione attestante l’avvenuto versamento della cauzione a garanzia.
Non è possibile chiedere ai partecipanti alcun pagamento per prendere parte al concorso,
né una maggiorazione sul prezzo del prodotto o servizio promozionato, in quanto la partecipazione deve essere gratuita tranne le spese di spedizione o telefoniche  necessarie per partecipare.
Ogni fase relativa all'individuazione dei vincitori deve essere effettuata, con onere a carico del soggetto promotore, alla presenza di un Notaio o di un Funzionario della Camera di Commercio competente per territorio (Responsabile della tutela del consumatore o un suo delegato) che redige il verbale di assegnazione dei premi.
La richiesta del funzionario della CCIAA di Napoli va inoltrata almeno 20 giorni prima dell'inizio della manifestazione per verificare l'eventuale disponibilità a presenziare. Si precisa che il servizio verrà assicurato solo previo accordo con il Servizio Regolazione del Mercato e Tutela del Consumatore. L’eventuale pagamento effettuato senza previo accordo non fa comunque sorgere alcun obbligo per la C.C.I.A.A. pertanto, in caso di impossibilità a rendere il servizio, la somma verrà restituita.
Entro sei mesi dalla manifestazione (art. 3 del D.P.R. 430/2001) è necessario procedere alla consegna dei premi ai vincitori, previo rilascio di una liberatoria e di una copia del documento di riconoscimento , o alla devoluzione alla Onlus, indicata nel regolamento, dei premi non richiesti o non assegnati.
Dopo il completamento della procedura di consegna dei premi ai vincitori il promotore/delegato dovrà concordare con il Funzionario Camerale  una data nella quale, effettuate le verifiche opportune, verrà redatto il verbale di chiusura ( modello CO/PV), da inviare telematicamente al Ministero, a cura del predetto soggetto promotore o delegato, unitamente al modello Prema CO/2.

 


 

 Il concorso può essere svolto solo da imprese produttrici o commerciali, fornitrici o distributrici di beni e servizi al fine di promozionare i propri prodotti.

Può essere svolto anche da due o più soggetti responsabili in solido per tutta la procedura del concorso.

Sono esclusi dalla responsabilità solidale i rivenditori dei prodotti o servizi promozionati se non hanno partecipato all'organizzazione del concorso.

La ditta promotrice può rivolgersi ad un soggetto delegato sia agenzia che operatore professionale, scelto per rappresentarla per ogni adempimento concorsuale.

Possono indire manifestazioni a premio anche le imprese estere che non hanno una sede stabile in Italia nominando, ai sensi dell'art. 17 del D.P.R. 633/1972 un rappresentante fiscale residente nel territorio italiano.

 


 

Sono esclusi ai sensi dell'art. 6 del DPR 430/2001:

- se indetti per la produzione di opere letterarie, artistiche o scientifiche

- se organizzati da emittenti televisive verso gli spettatori presenti nel luogo ove si svolge

   l'iniziativa, tranne il caso di promozione di prodotti o servizi di altre imprese

- se il premio è costituito da uno sconto sul prezzo dei prodotti o servizi

- se il premio è di valore commerciale minimo

- se i premi sono destinati a enti o istituzioni pubbliche o con finalità sociali o benefiche.

 

Sono vietati ai sensi dell'art. 8 del DPR 430/2001:

- quando non è garantita la parità di trattamento tra tutti i partecipanti

- quando viene eluso il monopolio statale di giochi e scommesse

- per turbamento della concorrenza di mercato

- quando si promozionano prodotti per i quali esistono divieti o limitazioni alla pubblicità

   (es. prodotti da fumo)

- se trattasi di lotteria, tombola, riffa o pesca di beneficenza

- quando sono violate le disposizioni del DPR 430/2001 tranne quelle relative alla

  comunicazione preventiva del concorso.

 


 

L'art. 7 del DPR 430/2001 che a garanzia della corresponsione dei premi il soggetto promotore deve prestare una cauzione mediante deposito alla Tesoreria Provinciale dello Stato o Fideiussione bancaria o assicurativa, a favore del Ministero per lo Sviluppo economico.

L'importo deve essere pari al valore dei premi, in caso di più manifestazioni si può corrispondere una cauzione cumulativa.

La scadenza non deve essere inferiore ad almeno un anno dalla conclusione della manifestazione, intesa come data di individuazione dei vincitori.

La cauzione si intende svincolata, anche prima della scadenza, trascorsi 180 giorni dalla data di trasmissione al Ministero del verbale di chiusura della manifestazione

 


 

 Prima di iniziare un concorso il promotore deve predisporre un regolamento datato e firmato da inviare on-line al Ministero per lo sviluppo economico, 15 giorni prima dell'inizio, insieme al modello Prema CO/1 e all'attestazione della cauzione.

Ogni modifica al regolamento va comunicata al Ministero con invio di un altro modello CO/1.

Il regolamento deve contenere:

- il nome del concorso

- l'individuazione del soggetto promotore

- la durata (non superiore a 1 anno) e le modalità di svolgimento

- le sedi territoriali

- il tipo e il valore dei premi in palio

- il termine di consegna dei premi

- l'indicazione della Onlus per i premi non assegnati o non richiesti

I premi non possono consistere in somme di denaro nè in titoli od obbligazioni.

La modalità di individuazione dei vincitori può consistere in estrazione a sorte, abbinamento ad altra estrazione, dipendere da un congegno meccanico, abilità del concorrente p. es. ad esprimere pronostici.

 Almeno 20 giorni prima dell'espletamento del concorso, va richiesta la presenza del notaio o del funzionario camerale, contattando preventivamente l’ufficio telefonicamente al n. 081/5547448 o 081/7607707 oppure via PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Acquisita detta disponibilità occorre far pervenire, anche via mail, la seguente documentazione:

- copia del regolamento

- copia dell’attestazione della fideiussione bancaria

- modello prema CO/1

- ricevuta dell’ avvenuta comunicazione preventiva al Ministero

- la perizia tecnica se viene utilizzato un programma software, attestante l’impossibilità di manomissione del programma per individuare i vincitori

- la dichiarazione sostitutiva di atto notorio relativa all’inserimento dei titoli vincenti e non vincenti nel meccanismo del concorso

- delega alla persona incaricata alla sottoscrizione del verbale se non è presente il promotore o il soggetto delegato agli adempimenti

Presa visione della documentazione l’ufficio provvederà a comunicare il nominativo del Funzionario incaricato e le modalità di versamento della tariffa dovuta.

Il giorno dell’assegnazione, verificata la regolarità dello svolgimento del concorso viene redatto il verbale di assegnazione premi, consegnando una copia al soggetto incaricato di firmare.

Entro il termine stabilito dal regolamento (non oltre sei mesi dall'assegnazione), occorre procedere alla consegna dei premi previo rilascio di una fotocopia del documento di riconoscimento del vincitore e di una dichiarazione liberatoria di avvenuta consegna.

I premi non richiesti o non assegnati vanno assegnati alla ONLUS formalizzando una dichiarazione di accettazione e ricezione del premio stesso.

I premi rifiutati dai vincitori possono rimanere al soggetto promotore.

Dopo la consegna dei premi ai vincitori va richiesto nuovamente l'intervento del funzionario camerale o del notaio per il verbale di chiusura.

Alla domanda vanno allegati:

- copia delle liberatorie di consegna premi

- copia del documento di riconoscimento dei vincitori

- eventuale accettazione premi della ONLUS

- delega per la firma del verbale se diverso dal soggetto firmatario del verbale di assegnazione premi.

Ove la verbalizzazione della chiusura del concorso coincida con la fase di individuazione  dei vincitori, sono dovute le tariffe previste per quest’ultima.

Una copia del verbale di chiusura verrà  consegnata al soggetto promotore o delegato che dovrà provvedere all'invio, mediante la piattaforma Prema on-line, al Ministero per lo Sviluppo Economico.

 


 

Per richiedere l'intervento del funzionario camerale, l'impresa promotrice o il soggetto delegato devono corrispondere anticipatamente i seguenti importi previsti dalla Delibera G.C. n. 120 del 30/09/2002:

 

- Euro 330,00 + IVA per ogni accesso in orario di servizio

- Euro 429,00 + IVA per ogni accesso in giornata lavorativa dopo le ore 18,00

- Euro 495,00 + IVA per ogni accesso in giornata non lavorativa o festiva.

 

Il pagamento va effettuato mediante:

- c.c.p. n. 16931800 intestato alla C.C.I.A.A. di Napoli oppure

- bonifico – Banca Popolare di Bari con sede in Viale Marconi n. 194 – 85100 Potenza

                   codice IBAN:  IT 87 O 05424 04297 000000000372

 

La comunicazione del pagamento va inviata via fax al n. 081 5547557 o via PEC a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., allegando la copia dell’attestazione dell’avvenuto pagamento, specificando la causale del versamento ed i dati, completi di partita IVA, del soggetto cui fatturare l’importo.

Il servizio verrà assicurato solo previo accordo con il Servizio Regolazione del Mercato e Tutela del Consumatore.

L'eventuale pagamento effettuato senza previo accordo non dà diritto al servizio pertanto, in caso di impossibilità dell’ufficio, la somma verrà restituita.

 


 

D.P.R. 26 ottobre 2001 n. 430

Circolare 28 marzo 2002 n. 1/AMTC

Circolare 12 aprile 2002 n. 32/E Agenzia delle Entrate

Parere 8 settembre 2003 Prot. n. 1300355 Ministero delle Attività Produttive

D.L. 28 aprile 2009 n. 39 art. 12, comma 1, lett. o)

Legge 24 giugno 2009 n. 77

D. Dirett. 5 luglio 2010 Ministero Economia e Finanze e Ministero Sviluppo Economico

 


 

Richiesta intervento funzionario camerale