Comunicazione

 Home / Comunicazione
Print and PDF

Ultime Notizie

Bando per la concessione di ausili finanziari per la realizzazione di iniziative per la promozione economica e territoriale della provincia di Napoli presentate da associazioni di categoria ed associazioni sindacali (Modifica dell'Avviso del 03/09/2020)

 

Avviso dell' 8 settembre - Modifica dell'Avviso del 3 settembre

 

La Camera di Commercio di Napoli sta per pubblicare un bando che intende sostenere la competitività delle imprese e dei territori attraverso l’assegnazione di ausili finanziari per progetti che coinvolgano una molteplicità di imprese del territorio di riferimento.

La somma stanziata per l’iniziativa di cui al presente Bando ammonta all’importo complessivo di euro 3.000.000,00 (tremilioni/00).

 

Possono presentare domanda a valere sul presente bando, i seguenti soggetti:

  1. Associazioni datoriali
  2. Associazioni consumatori ed associazioni sindacali lavoratori dipendenti
  3. Associazioni della Cooperazione

Per i predetti soggetti sono necessari, a pena di inammissibilità, i requisiti previsti dall’art. 3, secondo periodo, punti 1), 2), 3) e 4) del vigente Regolamento; sarà ritenuta dirimente la dimensione provinciale dell’associazione. 

Così come previsto dal DM 7/3/2019 del Ministero dello Sviluppo Economico, sono ammissibili ai fini del presente bando le seguenti iniziative:

 

INIZIATIVE DI SETTORE
Sostegno alle imprese per la valorizzazione delle risorse turistiche / culturali
Sostegno alle imprese per la valorizzazione delle eccellenze produttive (produzioni agroalimentari tipiche, enogastronomiche )
Sostegno alle imprese per la valorizzazione delle eccellenze produttive artigiane (sistema moda, preziosi, artigianato artistico ed altri settori artigiani)
Sostegno alla digitalizzazione delle imprese del territorio, alla ricerca e sviluppo innovativo, assistenza tecnica alla creazione di imprese e start up, nonché assistenza alle MPMI per la preparazione ai mercati internazionali
Tutela del consumatore  - Trasversale ai predetti settori
Tutela dei lavoratori - Trasversale ai predetti settori
Tutte le iniziative proposte dovranno avere termine al 31/12/2020.


Si raccomanda di prestare attenzione all’art. 14 del bando il quale dispone che i costi ammissibili ad ausilio debbono essere esclusivamente fatturati successivamente alla data di pubblicazione della determina di concessione dell’ausilio.  



Le istanze di ammissione al contributo debbono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica attraverso lo sportello on-line “Contributi alle imprese” all’interno del sistema WebTelemaco di Infocamere, a partire dalle ore 08,00 del 23 settembre 2020 fino alle ore 20,00 del 23 ottobre 2020.

Il bando ed i relativi allegati saranno disponibili a partire dal 3 settembre 2020.

Approvato con D.D. n.255/2020.

 

FAQ 
1

Quesito:
Facendo riferimento all'Allegato A1 (Modello descrizione dell'iniziativa) ed in particolare alla sua sezione "Soggetto proponente" si parla di "capacità finanziaria, attestata da preventivo 2020 approvato dall'organo competente" ai fini della regolarità della domanda di aiuto è sufficiente, come appare dal testo del modello da voi predisposto, dichiarare la capacità finanziaria dell'ente richiedente e citare i riferimenti della relativa delibera (organo statutario e data della delibera)?

 

Risposta:
Nell'allegato A1 al modello di domanda non è richiesta l'allegazione del preventivo 2020 ma la sola dichiarazione delle principali caratteristiche economico patrimoniali che possono a titolo meramente esemplificativo essere rappresentate dal preventivo, se il funzionamento organizzativo interno - es. statuto - prevede un bilancio preventivo da approvare. Diversamente, se non previsto dal funzionamento interno, sarà sufficiente esporre le principali caratteristiche economico patrimoniali.

2

Con riferimento al modulo di domanda MODELLO A si precisa che il richiedente contributo /sovvenzione deve indicare il comparto di cui all'art.3 del bando per il quale intende concorrere:

  • COMMERCIO/TURISMO/INDUSTRIA
  • AGRICOLTURA
  • ARTIGIANATO
  • COOPERAZIONE
  • CONSUMATORI
  • OO.SS.
La scelta del comparto va evidenziata attraverso la compilazione del Modello A  così come sotto riportato per stralcio: 
 
 CHIEDE
  • CONTRIBUTO DI € __________________  per il comparto di cui  all'art.3 del Bando:  ____________
  • SOVVENZIONE DI € __________________  per il comparto di cui  all'art.3 delBando:  ____________


 

Bando PID - Anno 2020

La Camera di commercio di Napoli, nell’ambito delle attività previste dal Piano Transizione 4.0, a seguito del decreto del Ministro dello Sviluppo economico del 12 marzo 2020 che ha approvato il progetto “Punto Impresa Digitale” (PID), intende promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle Micro, Piccole e Medie Imprese (da ora in avanti MPMI), di tutti i settori economici attraverso il sostegno economico alle iniziative di digitalizzazione, anche finalizzate ad approcci green oriented del tessuto produttivo.

 

La somma stanziata per l’iniziativa di cui al presente Bando ammonta all’importo complessivo di € 985.408,58 per favorire gli investimenti.

 

Tutte le iniziative dovranno avere termine al 31/12/2020.

 

Le istanze di ammissione al contributo debbono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica attraverso lo sportello on-line “Contributi alle imprese” all’interno del sistema WebTelemaco di Infocamere, a partire dalle ore 08,00 del 15 settembre 2020 fino alle ore 20,00 del 15 dicembre 2020.

Approvato con DD 276/2020.


  Consulta tutti i Bandi

 

Bando per la concessione di ausili finanziari per la realizzazione di iniziative per la promozione economica e territoriale della provincia di Napoli presentate da associazioni di categoria ed associazioni sindacali

La Camera di Commercio di Napoli sta per pubblicare un bando che intende sostenere la competitività delle imprese e dei territori attraverso l’assegnazione di ausili finanziari per progetti che coinvolgano una molteplicità di imprese del territorio di riferimento.

La somma stanziata per l’iniziativa di cui al presente Bando ammonta all’importo complessivo di euro 3.000.000,00 (tremilioni/00).

Possono presentare domanda a valere sul presente bando, i seguenti soggetti:

  1. a) Associazioni datoriali
  2. b) Associazioni consumatori ed associazioni sindacali lavoratori dipendenti
  3. c) Associazioni della Cooperazione

Per i predetti soggetti sono necessari, a pena di inammissibilità, i requisiti previsti dall’art. 3, secondo periodo, punti 1), 2), 3) e 4) del vigente Regolamento; sarà ritenuta dirimente la dimensione provinciale dell’associazione. 

Così come previsto dal DM 7/3/2019 del Ministero dello Sviluppo Economico, sono ammissibili ai fini del presente bando le seguenti iniziative:

INIZIATIVE DI SETTORE

Sostegno alle imprese per la valorizzazione delle risorse turistiche / culturali

Sostegno alle imprese per la valorizzazione delle eccellenze produttive (produzioni agroalimentari tipiche, enogastronomiche )

Sostegno alle imprese per la valorizzazione delle eccellenze produttive artigiane (sistema moda, preziosi, artigianato artistico ed altri settori artigiani)

Sostegno alla digitalizzazione delle imprese del territorio, alla ricerca e sviluppo innovativo, assistenza tecnica alla creazione di imprese e start up, nonché assistenza alle MPMI per la preparazione ai mercati internazionali

Tutela del consumatore  - Trasversale ai predetti settori

Tutela dei lavoratori - Trasversale ai predetti settori

Tutte le iniziative proposte dovranno avere termine al 31/12/2020.

Si raccomanda di prestare attenzione all’art. 14 del bando il quale dispone che i costi ammissibili ad ausilio debbono essere esclusivamente fatturati successivamente alla data di pubblicazione della determina di concessione dell’ausilio.  

Le istanze di ammissione al contributo, debbono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica attraverso lo sportello on-line “Contributi alle imprese” all’interno del sistema WebTelemaco di Infocamere, a partire dalle ore 08,00 del 23 settembre 2020 fino alle ore 20,00 del 23 ottobre 2020.

Il bando ed i relativi allegati saranno disponibili a partire dal 3 settembre 2020.

Approvato con D.D. n.255/2020.

Consulta tutti i bandi.

Bando a sportello per la concessione di sovvenzioni ai teatri di Napoli e provincia

Nel quadro degli interventi economici a favore del settore della cultura della provincia di Napoli e del conseguente indotto turistico, la Camera di Commercio di Napoli sta per pubblicare un bando a sportello per la concessione di sovvenzioni per favorire la ripresa a seguito dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

La somma stanziata per l’iniziativa di cui al presente Bando ammonta all’importo complessivo di euro 1.500.000,00 (unmilionecinqucentomila/00).

Sono ammessi ai benefici del bando i soggetti iscritti nel Registro Operatori dello spettacolo, in qualità di teatri, ed aventi sede legale o sede operativa in provincia di Napoli, ai sensi dell’art.10 comma 4 della Legge  Regione Campania 15 giugno 2007 n. 6 e s.m.i. ( delibera di Giunta Regione Campania n.59 del 19/02/2019) ad esclusione del Teatro San Carlo che sarà oggetto di successivo ausilio finanziario, dei teatri con una capienza di posti a sedere inferiore a 350 e dei teatri nei quali l’Ente camerale risulta presente nella compagine sociale. 

Il sostegno economico, erogato a fondo perduto e in un’unica soluzione è finalizzato alla concessione di una sovvenzione ai teatri pari al 100% del valore economico delle rappresentazioni teatrali presentate in sede di domanda. La domanda deve evidenziare il numero dei posti a sedere previsti nelle opere presentate nel periodo oggetto di sovvenzione ed il connesso costo dell’iniziativa. Si considerano ammissibili i soli costi riconosciuti dal Regolamento camerale vigente in materia di concessione di ausili finanziari.

I criteri per la valutazione delle proposte di rappresentazioni teatrali, analizzati da una apposita commissione camerale, dovranno considerare la capacità di attrarre turisti/visitatori/studenti, la qualità artistica, il legame con la tradizione napoletana.

Tutte le iniziative dovranno avere termine al 31/12/2020.

Le istanze di ammissione alla sovvenzione debbono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica attraverso lo sportello on-line “Contributi alle imprese” all’interno del sistema WebTelemaco di Infocamere, a partire dalle ore 08,00 del 7 settembre fino alle ore 20,00 del 07 ottobre 2020.

IL BANDO ED I RELATIVI ALLEGATI SARANNO DISPONIBILI A PARTIRE DAL 31 AGOSTO 2020.

Approvato con D.D. 261/2020.

 

FAQ 
1

CAPIENZA DEI POSTI A SEDERE
In merito alla capienza, di cui all’art.3 del Bando, si chiede di conoscere se ci si debba riferire all’agibilità o alla capienza secondo normativa covid.

 

La capienza è  legata a quella potenziale e non a quella covid.

2

MODALITÀ DI DICHIARAZIONE DEI REQUISITI PREVISTI ALL’ART.3 DEL BANDO
Al 2° paragrafo dell’art. 3 del Bando si specificano ulteriori requisiti da possedere per partecipare, i quali tuttavia non sono previsti quali dichiarazioni da rendere nella domanda di beneficio. All’art.8, 1° comma del Bando si dice anche: “la domanda contiene le dichiarazioni sostitutive di atto notorio richieste dal presente bando, per l’ammissibilità della domanda è necessario che siano barrate le caselle relative alle dichiarazioni che il soggetto intende rendere..”
Il Modulo A non contiene tutte le dichiarazioni relative ai requisiti obbligatori previsti dall’art. 3 del Bando. (Fa eccezione soltanto il requisito relativo alla disciplina antiriciclaggio, per il quale è stato previsto apposito modulo. Tale modulo tuttavia non è elencato tra quelli da presentare obbligatoriamente pena esclusione)
In che modo devono essere dichiarati tali requisiti?

 

Il richiedente deve allegare una dichiarazione resa ai sensi del DPR 445/2000 che per comodità’ viene  resa disponibile in calce al bando. 
Essa deve essere sottoscritta dal legale rappresentante allegando documento di identità’. 
Sia la dichiarazione che il modulo antiriciclaggio vanno obbligatoriamente allegati alla domanda.

3 PERCENTUALE DEL SOSTEGNO ECONOMICO IN RELAZIONE AI COSTI
L’articolo 4 del Bando stabilisce che “il sostegno economico è finalizzato alla concessione di una sovvenzione ai teatri  pari al 100% del valore economico delle rappresentazioni teatrali presentate in sede di domanda.
Nel Modello A1 si richiede di indicare il piano economico dell’iniziativa, specificando anche, oltre al totale dei costi, anche il totale delle entrate ed all’interno del totale delle entrate: i proventi dell’iniziativa, l’ausilio richiesto ad altri soggetti pubblici, l’importo di sponsor privati.
Si chiede conferma che il 100% del valore economico di cui all’art.4 del Bando si riferisca non al 100% dei costi, ma al 100% dell’ausilio richiesto alla CCIAA come specificato nelle entrate.

 

Nel regolamento camerale di ausili e contributi la sovvenzione è’ sempre pari al 100% dei costi ammissibili in sede di piano finanziario, ovviamente al netto delle altre entrate eventualmente previste nel piano. 

4

COSA SI INTENDE PER SPETTACOLO?
Al punto b) dell’articolo 5 è previsto che la sovvenzione sarà integralmente concessa qualora il Teatro realizzi tre spettacoli nel periodo ottobre/dicembre 2020 e presenti un budget di spesa integralmente rendicontato.
Si chiede di sapere se debbano essere realizzati minimo 3 spettacoli o se gli spettacoli debbano essere soltanto 3 che poi vanno rendicontati?
Inoltre, quanto alla definizione di “spettacolo” ed “evento”, si chiede di conoscere se per spettacolo ci si riferisce ad una Singola recita di uno stesso spettacolo in una singola data oppure a Spettacolo rappresentato e quindi per esempio per una settimana o più?

 

Realizzare tre spettacoli significa eseguire tre spettacoli.
Una replica di uno spettacolo è  considerata nuova rappresentazione.
Quindi tre repliche valgono tre spettacoli.  

5 Ai sensi del regolamento camerale approvato con delibera consiliare n. 4 del 30/05/2019 , così come richiamato dal comma 6 dell'art. 10 del bando, l'aiuto finanziario camerale concesso è corrispondentemente ridotto per un importo pari alle eventuali entrate autonome, a valere sul progetto ammesso,  conseguite dal soggetto beneficiario.

Esempio:

Ausilio concesso sull'evento     € 25.000
Entrate autonome sull'evento  € 5.000
Ausilio erogabile                         €  20.000

ovviamente sempre nel rispetto dell'effettiva spesa sostenuta rispetto a quella preventivata in sede di domanda.
6 Per quanto concerne la possibilità per i teatri di poter vendere ai botteghini i biglietti, si rappresenta la possibilità di poterlo fare.
L'aiuto finanziario camerale sarà corrispondentemente ridotto per una somma pari alle entrate autonome conseguite secondo quanto previsto dal regolamento camerale in materia di aiuti finanziari oltre che dal comma sei dell'art 10 del bando che rimanda a tale regolamento.

Bando per la concessione di ausili a fondo perduto alle MPMI per l’abbattimento dei tassi di interesse sui finanziamenti

In considerazione dell’emergenza sanitaria da Covid-19 in corso e con l’obiettivo di supportare le imprese del territorio, la Camera di commercio di Napoli istituisce un ausilio a fondo perduto alle MPMI della provincia di Napoli per l’abbattimento del tasso d’interesse sui finanziamenti finalizzati a favorire gli investimenti produttivi e la liquidità necessaria per la gestione aziendale in una fase economica di estrema criticità.

Il presente bando s’inserisce nell’ambito delle iniziative promozionali a favore delle imprese adottate dal sistema camerale nazionale, anche in attuazione dell’art. 125 del Decreto “Cura Italia” che ha previsto la possibilità per le Camere di commercio di realizzare specifici interventi per contrastare le difficoltà finanziarie delle PMI e facilitarne l'accesso al credito.

La somma stanziata per l’iniziativa di cui al presente Bando ammonta all’importo complessivo di euro 5.000.000,00 (cinquemilioni/00).

L’ausilio consiste in un apporto a fondo perduto erogato in un’unica soluzione finalizzato all’abbattimento del tasso d’interesse (TAEG) sui finanziamenti concessi da banche, società di leasing e altri intermediari finanziari iscritti all’Albo unico di cui all’art. 106 TUB – con contratti stipulati a partire dal 01/02/2020 al 31/12/2020.

L’entità dell’abbattimento del costo di ciascun finanziamento viene determinato nella misura di (tre) punti percentuali del tasso di interesse effettivo corrisposto dalle micro, piccole e medie imprese, fino ad un contributo massimo di 5.000,00 euro per ciascuna impresa richiedente, con durata temporale massima del finanziamento pari a 6 anni

Le istanze di ammissione all’ausilio debbono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica attraverso lo sportello on-line “Contributi alle imprese” all’interno del sistema WebTelemaco di Infocamere, a partire dalle ore 08,00 del 8 settembre 2020 fino alle ore 20,00 del 31 dicembre 2020.

Il bando ed i relativi allegati saranno disponibili a partire dal 29 agosto 2020.

Approvato con D.D. n.260/2020.

FAQ 
1 Per mero refuso di stampa nel modello De Minimis è stato erroneamente riportato il Regolamento in esenzione n.360/2012 (Aiuti alle imprese che forniscono servizi di interesse economico generale). Tale riferimento è da NON CONSIDERARE e gli uffici, pertanto, non ne terranno conto.

 

FAQ - Art. 4 - CARATTERISTICHE DELL'AUSILIO
1

TAEG inferiore al 3 % 

L'abbattimento del tasso di interesse è da intendersi “fino al 3%”. Pertanto, se il TAEG dichiarato dall’impresa richiedente e risultante dal contratto di finanziamento è inferiore al 3%, l’abbattimento del tasso di interesse coprirà l’intero tasso. Ad esempio: TAEG=1% - ABBATTIMENTO TASSO=1%

.
2

Durata temporale massima pari a 6 anni

L’art. 4 comma 2 del bando prevede una "durata massima del finanziamento pari a 6 anni". Tale durata massima va intesa nel senso che il contributo può essere concesso sugli interessi calcolati su di un massimo di sei anni, indipendentemente dalla durata prevista nel contratto di finanziamento.

3

Data di decorrenza dei contratti stipulati

L’art. 4 comma 1 del bando prevede la concessione di un ausilio finanziario per l’abbattimento dei tassi di interesse sui finanziamenti concessi con contratti stipulati dal 01/02/2020 al 31/12/2020.

4

Cosa s’intende per rata attualizzata?

L’attualizzazione della rata si evincerà dal prospetto di ammortamento allegato al contratto di finanziamento. Al fine di consentire alla Camera di Commercio di Napoli di finanziare solo il plafond massimo concedibile, qualora il tasso applicato fosse superiore al 3%, il prospetto di ammortamento deve essere attualizzato al 3%. 

5

E possibile presentare un’unica domanda per più finanziamenti ottenuti dalla stessa impresa (nel limite dei 5000,00 euro) ?

Ogni impresa può presentare una sola domanda per un solo finanziamento.

6

Riserva di quota per imprese con “rating di legalità” 

La riserva di quota “nella misura aggiuntiva del 5%” è da intendersi riferita al contributo ammissibile”. Ad esempio se il contributo ammissibile per l'abbattimento del tasso di interesse è pari a € 3.000, tale importo sarà incrementato del 5% (€ 150) .

 

FAQ - Modulo A
1

Documenti da allegare alla domanda

A pag. III del Modulo nell’elenco dei documenti da allegare è previsto quanto segue:

“ contratto di finanziamento dell’istituto di credito o società di leasing (stipulato nel 2020 a partire dal 1° febbraio) con relativo piano di ammortamento, contenente l’indicazione del beneficiario, l’importo erogato, la data di erogazione, il tasso applicato, la durata, la periodicità di rimborso, la scadenza finale e l’importo annuale pari a tre punti percentuali del tasso di interesse effettivo applicato “ 

Al fine di consentire alla Camera di Commercio di Napoli di finanziare solo il plafond massimo concedibile, qualora il tasso applicato fosse superiore al 3%, deve essere allegato un piano di ammortamento contenente l’indicazione dell’importo annuale attualizzato al 3%. 

 

FAQ - Art.6 - REGIME DI AIUTO / MODULO A pag III
1

Cumulabilità 

Gli oneri  finanziari, in quanto costi ammissibili,  sono cumulabili con altri aiuti che non riguardano il bando abbattimento tassi, ma non sono cumulabili con aiuti della stessa tipologia (abbattimento oneri finanziari) a valere sullo stesso finanziamento. Ad esempio in alcuni bandi PID è possibile rendicontare tra i costi ammissibili anche gli oneri finanziari relativi a mutui contratti ed in questo caso sarà possibile presentare domanda a valere del bando abbattimento tassi di interesse; invece non sarà possibile partecipare a più bandi abbattimento tassi a valere sullo stesso finanziamento.   

 

FAQ - Art.7 - MODALITA’ E TERMINI DI INVIO DELLE DOMANDE DI AUSILIO
1

Come compilare il modello F23?

E’indicato a pagina 9 dell’allegato denominato “linee guida invio pratica telematica sportello AGEF" presente tra gli allegati al Bando scaricabili dai nostri siti web. 

Ad ogni buon conto, per il pagamento del modello F23 i codici da utilizzare per la compilazione sono i seguenti: codice ufficio o ente: ANA; codice imposta: 456T (corrispondente all'imposta di bollo); importo: euro 16. 

2

Cosa accade se la casella di posta elettronica indicata non corrisponde a quella comunicata al Registro delle Imprese?

A pena di esclusione della domanda, la casella di posta elettronica certificata (PEC) aziendale dovrà corrispondere a quella comunicata al Registro delle Imprese.

3

Da quale PEC le imprese riceveranno eventuali comunicazioni?

Le comunicazioni alle imprese partiranno dalla PEC camerale (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

Tuttavia, le comunicazioni endoprocedimentali saranno trasmesse dalla PEC dell’Azienda Speciale SI IMPRESA (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).



Bando a sportello per la concessione di voucher alle imprese della provincia di Napoli nel settore turistico (modifiche all’Avviso del 22 agosto 2020)

Nel quadro degli interventi economici a favore delle imprese turistiche della provincia di Napoli, la Camera di Commercio di Napoli sta per pubblicare un bando a sportello per la concessione di voucher nel settore turistico per favorirne la ripresa a seguito dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

La somma stanziata per l’iniziativa di cui al presente Bando ammonta all’importo complessivo di euro 9.000.000,00 (novemilioni/00), di cui:

  • €7.700.000,00 alle imprese turistiche operanti nei settori di attività di cui alla categoria ATECO: 55 – Alberghi e strutture simili, 79 - Tour operator e simili
  • €1.300.000,00 alle aziende del territorio provinciale operanti nel settore dei pullman turistici, con automezzi di proprietà, di cui alla categoria ATECO: 49.39.09.

Una quota pari al 5% del fondo sarà riservata alle imprese in possesso del rating di legalità.

Al voucher possono accedere le strutture ricettive alberghiere ed extra-alberghiere (con codice ATECO 55 – alberghi, altre strutture similari, ecc. CON ALMENO 10 STANZE ), i tour operator e simili (codice ATECO 79), nonché le aziende del territorio provinciale operanti nel settore dei pullman turistici, con automezzi di proprietà, di cui alla categoria ATECO: 49.39.09., imprese attive e regolarmente inscritte al Registro Imprese, che hanno sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Napoli.

Sono ammissibili voucher fino ad un importo massimo di €100.000,00 per le imprese di cui ai codici ATECO 55 e 79 (inteso come totale concedibile nell’intero periodo temporale di riferimento per tutti i turisti ospitati ), e fino ad un massimo concedibile di € 15.000,00 per impresa di cui al codice ATECO 49.39.09 (totale concedibile nell’intero periodo temporale di riferimento), ai quali si aggiunge una premialità del 5% per le imprese in possesso di rating di legalità;

Le imprese partecipanti in forma individuale non possono essere altrettanto partecipanti in forma cooperative/consorzio e pertanto saranno escluse dal beneficio di cui al presente bando.

Tutte le iniziative dovranno avere termine al 31/12/2020.

Le istanze di ammissione al voucher per le imprese di cui ai codici ATECO 55 e 79, debbono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica attraverso lo sportello on-line “Contributi alle imprese” all’interno del sistema WebTelemaco di Infocamere, a partire dalle ore 15,00 dell’1 settembre fino alle ore 20,00 fino al 30 settembre 2020.

Le istanze di ammissione al voucher per le imprese di cui ai codici ATECO 49.39.09 debbono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica attraverso lo sportello on-line “Contributi alle imprese” all’interno del sistema WebTelemaco di Infocamere, a partire dalle ore 15,00 del 2 settembre fino alle ore 20,00 del 30 settembre 2020.

Il bando e i relativi allegati saranno disponibili a partire dal 27 agosto 2020.


Approvato con D.D. n.259/2020.

Bando per l’erogazione di voucher alle imprese della provincia di Napoli per l’adeguamento tecnologico - Anno 2020 (modifiche all'Avviso del 25 agosto 2020)

Nel quadro degli interventi economici a favore delle imprese della provincia di Napoli, la Camera di Commercio di Napoli sta per pubblicare un bando che intende sostenere ed incentivare la competitività delle micro, piccole e medie imprese (MPMI) della provincia di Napoli, stimolandole a realizzare progetti di innovazione tecnologica, per favorirne la ripresa a seguito dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

 

La somma stanziata per l’iniziativa di cui al presente Bando ammonta all’importo complessivo di € 10.000.000,00 (DIECIMILIONI/00) per favorire gli investimenti.

 

L’importo è comprensivo sia dei voucher da destinare ai beneficiari, sia a parziale copertura dei costi sostenuti per la gestione dell’iniziativa.

 

Sono ritenuti ammissibili gli investimenti sostenuti a partire dalla data presentazione domanda fino al 31 dicembre 2020.

 

 

Tutte le iniziative proposte dovranno avere termine al 31/12/2020.

 

Le istanze di ammissione al contributo debbono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica attraverso lo sportello on-line “Contributi alle imprese” all’interno del sistema WebTelemaco di Infocamere, a partire dalle ore 08,00 del 1 settembre 2020 fino alle ore 20,00 del 30 novembre 2020.

 

Il bando e i relativi allegati saranno disponibili a partire dal 27 agosto 2020.

Approvato con D.D. 237/2020 così come modificata dalla D.D. 265/2020.

 

 

FAQ
1 Per quanto concerne il modello A2 Relazione preventiva dell’impresa, i punti 3 (consumi energetici) e 9 (allegato fotografico) vanno compilati dalle solo imprese che sostengono investimenti di innovazione per efficientamento energetico (impianti fotovoltaici o comunque altri investimenti che cambiano il layout delle attrezzature per i quali risultano significativi una descrizione dei consumi energetici o rilievi fotografici pre e post intervento.
2 Per il pagamento del modello F23 i codici da utilizzare per la compilazione sono i seguenti: codice ufficio o ente: ANA; codice imposta: 456T (corrispondente all'imposta di bollo) con un importo pari ad euro 16.
3 Per quanto concerne gli investimenti ammissibili, sarà possibile spesare anche i costi di software purché legati ad attrezzature/impianti connessi ad efficientamento tecnologico produttivo.
4 La tipologia di spese/interventi ammissibili al contributo si ricava dall'art. 2 e dall'art. 5 del bando:

"acquisto di macchinari, strumenti, beni ed attrezzature legati al processo produttivo e che producono l'efficientamento energetico (riduzione di consumi e di costi energetici) ovvero un chiaro efficientamento di processo ( secondo la comune definizione dello stesso) desumibile dalla descrizione dell'intervento proposto fornita dall'istante."

La certezza è che non sono mai ammissibili le spese rientranti nelle categorie di cui all'elenco dell'art.5.ultimo capoverso.

Ciò premesso, posto che tali valutazioni di merito saranno fatte da un'apposita commissione tecnica esclusivamente sulle istanze presentate, in linea generale (e da quanto sopra esposto) rileva che l'acquisto di macchinari, strumenti, beni ed attrezzature legati al processo produttivo può essere sempre finanziabile solo se inscindibilmente collegato all'efficientamento e se non rientra nelle previsioni dell'art. 5 ultimo capoverso.

S.I. Impresa, Azienda Speciale della CCIAA di Napoli e la Camera di Commercio, in qualità di erogatori/valutatori, non possono già ora, prima della presentazione della domanda, entrare nel merito con attività di valutazione.
5 Art.5 Spese Ammissibili / non ammissibili

Per un refuso di stampa dall'ultimo periodo:

** IMPIANTI PREVISTI DALL'ART. 1 DEL D.M.  37/08 (ex legge 46/90) ED ESCLUSI DAL PRESENTE BANDO (con le eccezioni di cui all'art.3, comma 1, lettera g) del presente regolamento:

a), b), c), d), e), f), g)

va espunto il periodo: (con le eccezioni di cui all'art.3, comma 1, lettera g) del presente regolamento)

Bando adeguamento tecnologico - Anno 2020

Sostituisce per errata corrige, il precedente avviso pubblicato il 23 agosto

Nel quadro degli interventi economici a favore delle imprese della provincia di Napoli, la Camera di Commercio di Napoli sta per pubblicare un bando che intende sostenere ed incentivare la competitività delle micro, piccole e medie imprese (MPMI) della provincia di Napoli, stimolandole a realizzare progetti di innovazione tecnologica, per favorirne la ripresa a seguito dell’emergenza sanitaria da Covid-19.


La somma stanziata per l’iniziativa di cui al presente Bando ammonta all’importo complessivo di € 10.000.000,00 (DIECIMILIONI/00) per favorire gli investimenti.


L’importo è comprensivo sia dei voucher da destinare ai beneficiari, sia a parziale copertura dei costi sostenuti per la gestione dell’iniziativa.

 

Sono ritenuti ammissibili gli investimenti sostenuti a partire dal 01/02/2020 fino al 31 dicembre 2020.

Bando adeguamento tecnologico - Anno 2020

Nel quadro degli interventi economici a favore delle imprese della provincia di Napoli, la Camera di Commercio di Napoli sta per pubblicare un bando che intende sostenere ed incentivare la competitività delle micro, piccole e medie imprese (MPMI) della provincia di Napoli, stimolandole a realizzare progetti di innovazione tecnologica, per favorirne la ripresa a seguito dell’emergenza sanitaria da Covid-19.


La somma stanziata per l’iniziativa di cui al presente Bando ammonta all’importo complessivo di € 10.000.000,00 (DIECIMILIONI/00) per favorire gli investimenti.


L’importo è comprensivo sia dei voucher da destinare ai beneficiari, sia a parziale copertura dei costi sostenuti per la gestione dell’iniziativa.

Bando d'asta pubblica per la cessione della partecipazione societaria della Camera di Commercio di Napoli nel Polo Tecnologico dell’Ambiente Scpa

Si rende noto che la scrivente Camera in esecuzione di quanto previsto dal provvedimento di "Revisione ordinaria delle partecipazioni”, approvato con Delibera di Giunta Camerale n. 143 del 27/12/2019, indice un'asta pubblica per l'acquisto e la sottoscrizione dell'intera quota di partecipazione al capitale sociale detenuta nella società Polo Tecnologico dell’Ambiente Scpa.

Modalità, termini e condizioni della procedura di alienazione sono contenute nel bando d'asta approvato con determinazione del Dirigente dell’Area AA.GG. – Programmazione n. 245 del 29 luglio 2020 e pubblicato in allegato.

Eventi in Camera

Settembre 2020
D L M M G V S
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30

Videogallery


Comunicazioneinsediamento giunta CAMERA DI COMMERCIO NACCIAA NAPOLI PRESIDENTE FIOLA

Sale per convegni

La sala Covegni

La sala Convegni E’ ubicata al secondo piano del palazzo della Borsa, l’accesso è dal loggiato sovrastante il prestigioso salone delle grida.Dispone di n. 90 posti a sedere, wi fi, aria...


Continua
La Sala Brun

La sala Brun E’ collocata al terzo piano del palazzo della Borsa, nell’ala del palazzo che ospita la prestigiosa biblioteca.Dispone di n. 20 posti a sedere, wi fi, aria condizionata, amplificazione.


Continua
Il salone delle Grida

Il Salone delle Grida Costituisce il cuore del palazzo della Borsa, in stile neoclassico, consiste nei luoghi che hanno ospitato la Borsa di Napoli sino al 1992.E’ possibile allestirla, a cura...


Continua
La sala Parlamentino

E’ ubicata al terzo piano del palazzo della Borsa, alla sommità dello scalone neoclassico che ha inizio dal salone delle grida. Dispone di n. 95 posti a sedere, wi fi, aria condizionata, microfoni...


Continua
La Sala Russo

La sala Russo E’ ubicata al terzo piano del palazzo della Borsa, nell’ala del palazzo che ospita la prestigiosa biblioteca.Dispone di n. 10 posti a sedere, wi fi, aria condizionata


Continua
La Sala Rocco

La sala Rocco E’ ubicata presso il palazzo della Borsa Merci di Napoli in c.so Meridionale 58, nei pressi della Stazione Ferroviaria di Napoli Centrale. Dispone di : n. 80 posti a sedere, aria...


Continua