Notizie in evidenza

 Home / Notizie in evidenza
Print and PDF

COMUNICATO STAMPA - Imprese: 1 su 4 ha investito prima del lockdown sul lavoro agile

Al Sud lo smart working una opportunità per il 27% delle aziende

Oltre un terzo delle imprese ha puntato sulle vendite online

 

Alla prova del lockdown, una impresa su quattro è arrivata – almeno in parte – preparata: il 24,6% delle imprese italiane, infatti, ha investito nell’adozione di sistemi di smart working per innovare il proprio modello organizzativo aziendale tra il 2015 al 2019.

 

Il dato, che emerge dal bollettino annuale del Sistema informativo Excelsior di Unioncamere e Anpal, è cresciuto rispetto al 2018 (23,5%) e segue un trend di incremento consistente, destinato probabilmente a conoscere una ulteriore impennata nel prossimo futuro.

 

Non tutti i settori, ovviamente, si sono potuti adattare all’introduzione del lavoro agile nella stessa maniera. L’ambito più ricettivo è quello delle Public utilities (luce, acqua, gas) in cui il 34,7% delle imprese ha dichiarato di aver investito in smart working, a seguire quello dei Servizi (25,5%), l’Industria (22,5%) e fanalino di coda, come facilmente immaginabile, le Costruzioni (19,9%).

 

All’interno del mondo dei servizi, hanno investito in smart working il 50,9% delle imprese di Servizi informatici e delle telecomunicazioni, il 48,8% delle imprese di Servizi finanziari e assicurativi, e il 40,3% dei Servizi avanzati di supporto alle imprese. A questa modalità di lavoro a distanza hanno invece guardato solo il 15,7% delle imprese dei Servizi culturali, sportivi e altri servizi alle persone e il 17,9% dei Servizi di alloggio e ristorazione e servizi turistici.

 

Nel sistema industriale, sul lavoro agile hanno puntato il 33,3% delle Industrie elettriche, elettroniche, ottiche e medicali, il 32,8% per le Industrie chimiche, farmaceutiche e petrolifere e il 29,6% delle Industrie di fabbricazione macchinari.

 

Il Mezzogiorno è l’area del Paese in cui maggiormente le imprese hanno puntato sul lavoro a distanza, un’opportunità offerta dalla tecnologia per colmare altri gap strutturali. A favore di questa modalità organizzativa hanno investito il 27,1% delle imprese meridionali. A seguire il Nord Ovest, con il 24,1%, il Nord Est con il 23,5%, quindi il Centro con il 23%.

 

A fare la differenza, però, è soprattutto è la classe dimensionale delle imprese. L’innovazione del lavoro agile riguarda infatti il 53,1% delle aziende con più di 500 dipendenti, il 50,3% delle aziende tra i 250 e i 499 dipendenti e il 41,8% delle aziende tra i 50 e i 249 dipendenti. La percentuale scende per le imprese più piccole. Infatti si notano investimenti in smart working solo per il 31,1% delle imprese tra i 10 e i 49 dipendenti, e per il 21,3% di quelle tra 1 e 9 dipendenti.

 

Lo smart working è però solo una delle possibili modalità  organizzative e dei nuovi modelli di business che stanno adottando le nostre imprese messi a disposizione dalla trasformazione digitale.

 

Excelsior mostra infatti che nel 2019 ben il 36,9% delle imprese (contro il 35,4% del 2018) ha dichiarato di aver investito in attività di digital marketing. Al primo posto il settore dei servizi (39,3%), al secondo quello delle Public utilities al 37,3%, poi al 31,2% il settore dell'Industria e il 25,5% in quello delle Costruzioni.

 

Dal punto di vista territoriale si nota una sostanziale omogeneità tra tutte le aree del paese in cui spiccano sia il Nord Est con il 37,5%, sia il Sud e le isole con il 37,3%. A seguire il Nord Ovest con il 36,9% e il Centro con il 35,8%.

 

Le imprese più grandi hanno un tasso maggiore di investimenti in digital marketing: l’innovazione riguarda infatti il 70,5% delle aziende con più di 500 dipendenti, il 68,3% delle aziende tra i 250 e i 499 dipendenti e il 58,5% delle aziende tra i 50 e i 249 dipendenti. La percentuale scende per le imprese più piccole. Infatti, sui canali di promozione e vendita online hanno puntato un buon 44% delle imprese tra i 10 e i 49 dipendenti e il 33% di quelle tra 1 e 9 dipendenti.

 

Continua..

Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n.19, applicabili sull’intero territorio nazionale

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 10 aprile 2020
"Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n.19, recante misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale"
Continua..

COMUNICATO STAMPA - Il dolore del Presidente FIOLA per i tristi accadimenti degli ultimi giorni

CCIAA: un imprenditore viene meno

Il grave gesto estremo dell’Artigiano falegname di San Giovanni a Teduccio, Antonio Nogaro, per motivi economici, non lascia indifferente Palazzo della Borsa.

 

Sono profondamente toccato da questa vicenda umana” - ha dichiarato il Presidente della Camera di Commercio di Napoli FIOLA - “non ci sono parole per esprimere il nostro profondo cordoglio alla famiglia, un momento di grave avvilimento che ha portato via un nostro imprenditore, così come esprimo tutta la mia vicinanza personale ed umana all’imprenditore Paolo Scudieri, e alla famiglia del lavoratore che, qualche giorno fa, ha perso la vita nel gravissimo incidente della Adler.”

 

Gli fa eco il vice presidente vicario Fabrizio Luongo che ha la delega all’Artigianato - “Il gesto di Nogaro non è di chi fugge da responsabilità, ma di chi in un momento estremamente fragile della propria vita si vede solo e cede allo sconforto, ciò non deve più accadere, la famiglia non resterà sola”.

Continua..

Misure temporanee della Camera di Commercio di Napoli a seguito dell'emergenza sanitaria in corso – adeguamento al DPCM 26/04/2020 e Ordinanza n. 40 del 30/4/2020 del Presidente della Regione Campania

Gentile utente,

l’evolversi della situazione relativa alla diffusione, nel Paese, del virus Covid-19 e le recenti prescrizioni adottate dal Governo centrale (DPCM 26 aprile 2020) e regionale (Ordinanza  n. 40 del 30/4/2020 del Presidente della Regione Campania) sul contenimento della libera circolazione delle persone impongono al nostro ente l’adozione di alcune misure volte a limitare, il più possibile - per i prossimi giorni e fino alla conclusione del periodo di emergenza – l’afflusso negli uffici.

 

Di conseguenza, dal 5 maggio 2020, l’accesso ai servizi sarà fruibile con le modalità di seguito descritte:

Gli uffici saranno accessibili al pubblico dal lunedi al giovedi  dalle ore 8:50 alle ore 12:00 ed il venerdì dalle ore 8:50 alle ore 11:00.

 

Gli uffici potranno essere raggiunti principalmente via posta elettronica. L’accesso del pubblico, ai sensi del punto 7 dell’Ordinanza 40 del 30/4/2020, è consentito previa fissazione appuntamento con l’ufficio competente.




SERVIZI ON-LINE

Si invitano gli utenti, ove possibile, ad usufruire dei servizi on line messi a disposizione dalla Camera di Commercio di Napoli.



Visure: Le imprese possono estrarre gratuitamente i propri documenti (visure, atti, bilanci) attraverso il cassetto digitale dell’imprenditore (https://impresa.italia.it) utilizzando, per l’accesso, lo SPID o la CNS/Firma digitale. Visure, atti e bilanci di altre imprese sono accessibili tramite il sito www.registroimprese.it con pagamento con carta di credito.



Registrazione marchi nazionali: si rammenta che è possibile registrare i marchi nazionali attraverso l'invio telematico delle pratiche, che può essere effettuato esclusivamente attraverso il sito www.uibm.gov.it.



Albo gestori ambientali: l'Albo Nazionale Gestori Ambientali ha messo a disposizione delle imprese un sistema per la trasmissione telematica delle domande di iscrizione, modifica o cancellazione alle Sezioni regionali di competenza, all'indirizzo https://www.albonazionalegestoriambientali.it



Richiesta elenchi merceologici di imprese: gli elenchi di imprese possono essere richiesti telematicamente sul sito registroimprese.it oppure all’indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Certificazione per l’estero (Certificati di origine – Attestati di libera vendita –– Visti – Legalizzazioni e Dichiarazioni – Numero Meccanografico – Attestazioni su cause di forza maggiore): il ritiro della documentazione presentata in modalità telematica avverrà nei giorni dal  lunedì al giovedì  dalle ore 8:50 alle ore 12:00 ed il venerdì dalle ore 8:50 alle ore 11:00.

Si ricorda che tutti i pagamenti devono avvenire per via telematica (salvo eccezioni documentate) e che le pratiche del Commercio estero devono essere inviate telematicamente attraverso la piattaforma "Cert'O. 


L’istanza di rilascio dei Carnet ATA, firmata digitalmente o corredata della copia del documento di identità del legale rappresentante, potrà essere inviata tramite PEC all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



L’acquisto e la successiva convalida del Carnet avverrà nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì mattina previo appuntamento da richiedere scrivendo a assunta.laterza@na,camcom.it



A seguito delle numerose segnalazioni di casi di restrizione alla circolazione e di discriminazione verso merci italiane in esportazione - il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale si è immediatamente attivato a tutela delle imprese, creando un apposito indirizzo email al quale è possibile segnalare le difficoltà riscontrate: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

SERVIZI SU APPUNTAMENTO

Ufficio Bollatura e vidimazione libri: il servizio sarà erogato esclusivamente su appuntamento. Si invita a trasmettere il modulo L2, compilato in ogni sua parte e corredato di copia di documento di identità del presentatore, del delegante e del delegato, all’indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sulla base della tipologia e della quantità di libri verrà fissato l’appuntamento per la presentazione ed il ritiro.


Certificati e Visure: Le visure non saranno più erogate agli sportelli. Le imprese possono estrarre gratuitamente i propri documenti (visure, atti, bilanci) attraverso il cassetto digitale dell’imprenditore, utilizzando, per l’accesso, lo SPID o la CNS/Firma digitale.
Visure, atti e bilanci di altre imprese sono accessibili tramite il sito www.registroimprese.it con pagamento con carta di credito.

 

I certificati del Registro Imprese saranno rilasciati su appuntamento, solo ed esclusivamente, per urgenze legate a partecipazione a gare d’appalto e finanziamento. La richiesta dovrà pervenire all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .



Rilascio copie atti e bilanci: Il servizio non sarà più erogato agli sportelli. Le imprese possono estrarre gratuitamente i propri documenti successivi al 1996 (atti, bilanci) attraverso il cassetto digitale dell’imprenditore  utilizzando, per l’accesso, lo SPID o la CNS/Firma digitale.

 

Atti e bilanci di altre imprese, successivi al 1996, sono accessibili tramite il sito www.registroimprese.it con pagamento con carta di credito.
Per gli atti e i bilanci antecedenti il 1996 (archivio cartaceo) il servizio sarà erogato esclusivamente su appuntamento tramite mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
E’ necessario indicare, nella mail di richiesta, la tipologia di atto/documento da estrarre e fornire recapiti telefonici/indirizzo mail/PEC per eventuali comunicazioni.

 


Firma digitale/CNS: 
il servizio sarà erogato esclusivamente su appuntamento da richiedere scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Diritto Annuale: per il pagamento del tributo camerale restano ferme le modalità telematiche ordinarie (F24 e Pago PA).
Per qualunque ulteriore informazione (cartelle esattoriali, ravvedimento operoso, ecc.), si invita l’utenza a contattare l’ufficio ai seguenti indirizzi: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 


N.B.: Al fine di favorire il distanziamento sociale ed evitare assembramenti all’interno degli uffici, l’accesso  avverrà in modalità contingentata, secondo le istruzioni di volta in volta impartite dal personale addetto alla reception .  L’utenza dovrà essere fornita di protezioni delle vie respiratorie. In alternativa all’uso dei guanti, l’utenza dovrà utilizzare, all’atto dell’accesso, i dispositivi dispensatori di soluzione alcoolica presenti nei locali per l’igienizzazione delle mani.  Il personale è autorizzato a richiedere l’intervento delle Forze dell’Ordine in caso di  non rispetto delle disposizioni impartite in relazione al distanziamento sociale nonché alla mancata utilizzazione di dispositivi di protezione delle vie respiratorie, di tutti gli altri comportamenti ritenuti pregiudizievoli della salute pubblica o che fomentino situazioni di disordine nella gestione dell’accesso contingentato agli uffici

 

 

Nel ringraziare per la collaborazione, ci scusiamo per il disagio.

 

Continua..